Informazioni sulle agevolazioni fiscali

A.1) Agevolazioni per le imprese
Le imprese possono dedurre dal proprio reddito le erogazioni liberali in denaro fino a Euro 2.065,83 ovvero nei limiti del 2% del reddito d'impresa dichiarato (vale il maggiore tra i due limiti); (ex art. 100, c. 2 lett. h), D.P.R. n. 917/1986).

A.2) Agevolazioni per le persone fisiche
Le persone fisiche non imprenditori, per le erogazioni liberali in denaro fino a 2.065 euro, possono detrarre dall'imposta IRPEF - Imposta sul reddito delle persone fisiche, un importo pari al 30% (con la recente approvazione della Riforma del Terzo settore di giugno 2017). La detrazione spetta a chi effettua una erogazioni liberali in denaro a favore delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS), delle iniziative umanitarie, religiose o laiche, gestite da fondazioni, associazioni, comitati ed enti individuati con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, nei Paesi non appartenenti all'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE).

B) In alternativa ai casi A.1) e A.2), per tutti i soggetti, imprese e non
In alternativa ai due casi precedenti, ove evidentemente se ne ravvisi la convenienza, in forza dell'art. 14 del DL n. 35/2005 (c.d. “decreto sulla competitività”, convertito con Legge n. 80/2005), tutti soggetti (persone fisiche, enti, società, ecc.) possono dedurre dal proprio reddito complessivo le erogazioni liberali effettuate fino al “limite del 10 per cento (10%) del reddito complessivo dichiarato.

Nota Bene - Modalità per effettuare l'erogazione liberale
In ogni caso, affinché ci si possa pregiare dell'agevolazione in oggetto è necessario che le erogazioni liberali siano effettuate attraverso una delle modalità previste dall'art. 23 del D.lgs n. 241/97, ossia: a mezzo bonifico bancario, assegno bancario intestato, assegno circolare intestato, versamento a mezzo ufficio postale, mediante carte di debito o carte di credito, carte prepagate, ecc., o le altre modalità ammesse dal D.lgs n. 241/97, citato, che ne assicurino la “rintracciabilità”. È quindi importante conservare la relativa documentazione, di cui l'amministrazione finanziaria potrebbe richiedere l'esibizione.


Documento senza titolo www.fondazionebnc.eu www.marchesini.com www.ibrunelleschi.it www.federfarma-bo.it www.umbertocesari.it www.clarins.it www.emilbanca.it www.fondazionecarisbo.it fondazionedelmonte.it www.carisbo.it www.primehome.it www.paginebianche.it/caselle www.stosacucine.com www.mwmautomotive.com www.lasorbetteria.it-coccolato